The Endless River part 5 – Il mercante delle lingue – Italian


Dedica :
La conoscenza porta la saggezza e la consapevolezza che l’infinito è soltanto la realtà del nostro fiume infinito
Alcune volte il caso può cambiare il futuro , noi non siamo in grado di definire subito se una persona o una situazione è importante , ci può essere delle sensazioni ma la straordinarietà e un’altra cosa, fate molta attenzione lettori del fiume infinito , perché Astro e Chicco forse cambieranno la storia perché daranno una impronta al futuro.
Astro e Chicco stavano facendo una delle loro passeggiate e decisero di entrare nel giardino delle farfalle , si perché nel fiume infinito c’è anche un posto davvero speciale.
Il Giardino delle farfalle per Astro era un posto molto piacevole , diceva sempre che le farfalle erano le espressione delle stelle di giorno , per cui capitava spesso ad arrivare in questo posto vicino alla riva del fiume infinito.
Astro aveva anche fatto amicizia , tanto che quando compariva ed entrava nel giardino molto spesso le farfalle si avvicinavano come a fargli festa e siccome era anche molto giocherellone lui si metteva a pancia in su con le zampe per aria , lui diceva che era la pista di atterraggio delle farfalle e loro giocavano e ridevano di Astro.
Bellissimo vedere le farfalle ridere , perché agitano le ali in modi vorticoso fino a fare delle capriole.
Il giardino era molto bello c’erano molte piante a foglia larga e anche molti fiori di tanti colori , ogni tipo di farfalla amava il proprio fiore o la propria pianta ,senza mai una discussione e in armonia con la natura.
Ora la farfalla dalle ali di rugiada si avvicina al muso di Astro lui cerca di seguirla con il suo sguardo , caspita è davvero affascinante , perché ha le ali trasparenti e molto bella lui incrocia i suoi occhi e perde l’equilibrio cadendo nel fiume infinito.
Certo che risate che si fa Chicco.
La farfalla dal ali di rugiada allora per ringraziare Astro della sua simpatia vola sopra lui disegnando una stella , Astro felice decide allora di costruire una piccola casetta per questa creatura dalla meraviglia e simpatia infinita.
Prende una piccola cassetta di legno la ricopre del muschio per renderla invisibile,
poi la mette su una piccola pianta in modo che le farfalle potessero entrarci senza difficoltà , poi prese dei semi magici che il vento suo amico aveva portato a lui e in pochi minuti vicino alla cassetta c’era un prato di fiori dai colori dell’arcobaleno.
La farfalla era felice come chi ha come compagnia Astro.
Ma tutto ad un tratto Astro sente un vociare molto strano che arrivava dalla riva opposta del fiume infinito.
Incuriosito con il suo inseparabile amico presero la loro barchetta per attraversare il fiume .
Il vociare era sempre più vicino , si vedeva una forma , ma non si capiva che cosa era , anche per via della nebbia che impediva di vedere lontano.
Ecco finalmente una strana persona , con una strana lingua , aveva le sembianze di un mercante.
Si avvicinano , si vede che ha bisogno è che probabilmente si era perso , ma no si capisce davvero nulla caspita e come si fa ?
Importante la comunicazione pensate ai nostri giorni come può essere importante ogni forma di comunicazione.
La necessità di avere una lingua universale è davvero importante e indispensabile , perché per produrre idee e migliorare il mondo occorre innanzitutto capirsi non credete ?
Dopo qualche tentativo Astro e Chicco decisero di dare la loro disponibilità nella loro casa.
Grande qualità di Astro e Chicco che davanti a una persona con difficoltà , non si preoccupano di capire , ma la loro generosità vale più di un pensiero.
Così arrivarono a casa e datogli un pò di cibo è un tetto , il mercante si poté riposare un poco.
Ma quanto alla comunicazione non si capiva proprio nulla , finché Chicco per mostrare la sua ospitalità , si mise a suonare il suo flauto e il mercante subito si interessa , Chicco scopre che riesce a comunicare con lui attraverso la musica.
Infatti il mercante porta a se il flauto e comincia a suonarlo , Chicco trova il segreto di comunicare con lui con la musica , sente le note , l’ampiezza delle note , la frequenza e con un po’ di impegno riesce anche a capirlo.
Il personaggio è un mercante delle lingue e arriva dal futuro e parla in una lingua nuova , dice che tutti sul suo pianeta parlano quella lingua.
Lui dice che si chiama la lingua della vera luce è un giorno tutti saranno in grado di parlare.
Ed Astro chiese subito ma questo significa che potrò parlare con tutto l’universo che mi circonda ?
Il mercante rispose quasi con tutti , tranne che con le stelle perché ci vuole la lingua dell’infinito che non è alla portata di tutti , ma che non è detto che non si possa.
Il mercante continua dicendo che si era perso e aveva bisogno di tornare a casa e chiede aiuto a Astro e Chicco , certo che ti daremo una mano.
Astro doveva ora capire da dove arrivava il mercante e lui , racconto che quando si era perso stava raccogliendo il fiore della fortuna vicino ad un fiume perché pensava che potesse portare fortuna per la sua gente perché aveva perso il dono di sognare , era felice perché era in pace aveva trovato la serenità , ma non sognava più .
Astro allora voleva aiutare il mercante trovare la propria casa e allora chiese al mercante , quale sensazione avesse prima di sparire nel fiume infinito , e lui disse che si ricorda di avere visto un aquila che volava alto e poi si era chinato per prendere il fiore della fortuna poi più nulla .
Ecco Chicco dobbiamo trovare il vento che libera l’aquila che vola alto.
Ma ecco l’idea geniale di Astro , voleva raccogliere il raggio del vento , ma come farai pensava Chicco.
Astro andò nella radura del fiume infinito dove il fiume stesso era più esposto al vento e aspettava fiducioso , aveva la fiducia di chi capiva il passato è conosceva il futuro , così arrivo un grande colpo di vento e con un gran balzo Astro sali sopra raggio del vento e quando riuscì ad abbracciare il vento , comparve l’aquila .
L’aquila era la rappresentazione forte del vento e della libertà ecco quindi che Astro fu felice .
Scopri l’aquila è la segui in quel modo finché l’aquila si posò in un punto preciso del fiume .
Chicco ecco questo è il punto dove possiamo riportare a casa il mercante delle lingue.
Chicco e il mercante erano con lui e decisero di seguire Astro e con un balzo entrarono in quel punto che li porto direttamente a casa del mercante.
Le persone accolsero molto bene Astro e Chicco pur essendo degli stranieri e li ospitarono come Se fossero di loro.
Astro capiva che erano davvero speciali , ad un tratto una piccola creatura si avvicina ad Astro sorridendo era un piccolo abitante del pianeta , forse il figlio del mercante delle lingue , lui ricambiò naturalmente , Astro nel frattempo qualche parola nella loro lingua aveva imparato , gli chiese ma come ti chiami ? Lui subito in modo gentile, il mio nome è occhi di ghiaccio , piacere io sono Astro e dimmi quando sarai grande cosa ti piacerebbe fare essere insomma qual’e il tuo sogno , lui rispose quale sogno io sono felice e basta perché dovrei sognare ?
Astro ci rimase male di questo , il mercante capi e subito venne in aiuto ad Astro , vedi Astro quello che ti avevo detto, ma rimanete con noi qualche giorno siete miei ospiti , ne sarò davvero felice.
Qui le persone si capiscono tutte perché parlano tutti la stessa lingua , ma piu’ che altro il loro segreto è che hanno un cuore grande.
Il mercante delle lingue vuole insegnare ad astro la loro lingua in modo completo e , scrive uno spartito che insegnasse a Astro quella Lingua.
Astro stava imparando e anche Chicco di giorno in giorno imparavano.
Ad un certo punto Astro chiama il mercante e gli dice , la tua società è estremamente gentile e buona , avete un cuore grande , ma per alimentare questo avete bisogno di sogni , non si può farne a meno.
Il mercante a testa bassa , hai ragione Astro e puoi aiutarmi in questo ? Tu avrai qualche idea.
Certo mercante devo pensare a cosa è bene per il tuo popolo.
Perché non organizziamo per domani una giornata all’aperto pescando , mi piacerebbe che venisse anche occhi di ghiaccio , ma certo Astro , qui vicino c’è un laghetto , ci divertiremo di sicuro.
Il giorno dopo arrivarono i nostri amici e anche il mercante e il piccolo occhi di ghiaccio , con tanto di canne da pesca per questa bella giornata di pesca .
Occhi di ghiaccio era curioso perché Astro non aveva una canna da pesca e subito chiese, Astro ma come farai a pescare ?
Chicco stava ridendo , si perché Astro ha un suo modo di pescare e cioè , si mette con il muso a filo d’acqua , quando passano i pesci , fa le boccacce , loro ridono e quando ridono tanto , saltano e quando saltano con il suo piccolo retino li prende , lo accarezza e di solito li lascia andare.
E quindi Astro subito fece vedere a Occhi di Ghiaccio la sua tecnica , e subito iniziò a ridere dalla felicità .
Occhi di Ghiaccio era rapito e incuriosito da Astro che iniziò a fare domande anche lui, la giornata passava nella serenità e nella felicità di una bella compagnia.
Ad un certo punto Occhi di Ghiaccio chiese ad Astro , ma dimmi Astro qual è il tuo sogno , la cosa più bella che possa accadere e che ti porta felicità.
Astro rimase stupito , però capì che qualcosa in lui stava cambiando , il bimbo voleva solo confrontarsi.
Beh io ho tanti sogni , uno di questi in questa giornata è quella di prendere un pesce molto grande , però vedi Occhi di Ghiaccio , ci sono sogni piccoli , sogni grandi oppure sogni magici.
Uno di questi sogni magici che mi piacerebbe che accadesse nel mio pianeta è quello che tutte le persone potessero capirsi e parlarsi in una sola lingua , un po’ come il tuo popolo , in questo modo si eviterebbero le incomprensioni e con un po’ di buona volontà si eliminerebbe anche l’egoismo questo servirebbe per vivere tanti piccoli sogni , secondo il proprio pensiero.
Vedi occhi di ghiaccio anche un sorriso è un piccolo sogno e Astro te lo ha donato, ma ora dimmi Occhi di Ghiaccio cosa pensi dei sogni ?
Occhi di Ghiaccio era un po’ imbarazzato , ma stava cambiando , mi piacerebbe , mi piacerebbe costruire un piccolo aereo a due posti per volare sopra il nostro paese e per capire cosa vede l’aquila quando vola alto.
Astro era felice , il seme del cambiamento stava avvenendo sotto i suoi occhi e certo non voleva farselo scappare.
Occhi di ghiaccio ora goditi la bella giornata , domani io e Chicco ti daremo un mano in modo che tu possa realizzare il tuo sogno.
Chicco che aveva sentito , ma ma Astro tu sei in grado di aiutarlo come faremo , io non so nulla di aerei .
E dai Chicco fidati di me una volta tanto.
La serata passò in allegria fecero una bella cena tutti insieme e prima di andare a riposarsi , Occhi di Ghiaccio chiese ancora ad Astro , allora domani faremo il piccolo aereo ?
Certo che si tieniti pronto Occhi di Ghiaccio che io , Chicco e un altro amico ti daremo una mano , ora riposati , domani nel pomeriggio inizieremo.

Le belle giornate piene di prospettive sono davvero uniche , Astro aveva capito che poteva con un po’ di fortuna dare una spinta ad un piccolo cambiamento del suo piccolo amico Occhi di Ghiaccio , e con questo spirito prima di essere accompagnato nel mondo dei sogni un piccolo sguardo alle sue stelle , con un sorriso particolare , le stelle naturalmente erano felici di questa piccola speranza di Astro.
Ecco che la mattina arrivò con un piccolo spettacolo , nella notte aveva fatto un piccolo temporale e l’acqua del laghetto vicino era stata colorata di un azzurro intenso e con il riflesso del sole appena alzato aveva reso lo specchio con una luce quasi come una piccola stella , Astro rimase a bocca aperta , fino a che il suo amico Chicco lo prese per la zampa e lo portò alla realtà .
Forza Chicco è ora che ci incamminiamo oggi costruiremo un piccolo aereo per Occhi di Ghiaccio , ma come Astro e come faremo ? abbiamo bisogno di un esperto , e dove lo troviamo un esperto ?
Ritorniamo per un attimo al fiume infinito , e così i nostri amici ritornarono al fiume infinito.
Chicco ora andiamo al giardino delle farfalle , ho intenzione di chiedere aiuto alla farfalla dalle ali di rugiada , lei sicuramente sarà un esperta di volo , chi meglio di lei ci può dare una mano ?
Ora ho capito il tuo piano , Astro hai davvero mille risorse.
Arrivarono finalmente al giardino delle farfalle e così subito si precipitarono le farfalle a salutare Astro , poi Astro vide la farfalla dalle ali di rugiada , il suo nome è Bhuvi che significa cielo.
Astro quando incontra questa farfalla rimane estasiato dalla sua bellezza , Bhuvi puoi fare un regalo ad Astro ?
Astro tende la sua zampa quasi come inviarla a posarsi sulla sua mano , Bhuvi svolazza felice poi dolcemente si ferma e si posa sulla zampa di Astro .
Astro comunica con Bhuvi con il suo pensiero e lei risponde con la sua luce e con i suoi movimenti .
Grazie Bhuvi , sono felice che ci darai una mano , abbiamo il compito di far sognare un bimbo e di rendere possibile il sogno di un popolo.
Così i nostri tre amici , presero la strada del pianeta del mercante delle lingue e così per fine mattinata erano destinazione.
Così venne il pomeriggio e si trovarono con Occhi di ghiaccio per costruire il piccolo aereo.
Astro prese il comando delle operazioni , dobbiamo costruire un piccolo aereo in modo che occhi di ghiaccio possa realizzare il suo sogno.
Il pianeta era pieno di una vegetazione molto importante , c’erano molti fiori , molte piante a foglia larga e una piccola pianta dai mille filamenti molto fini ma resistenti.
Ecco amici facciamo una piccola fusoliera intrecciando queste erbe , sembrano molto resistenti , e cosi’ i nostri amici lavorarono per ore fino a che Chicco stanco disse , ci riposiamo Astro ? si intanto cercheremo le ali per questo piccolo aereo.
Occhi di Ghiaccio aveva un sorriso bellissimo e aveva voglia di costruire il suo piccolo aereo .
Astro ora era in difficoltà , aveva costruito la carcassa dell’aereo ma gli mancava la cosa più importante e cioè le ali.
A questo punto stava pensando quando Bhuvi gli svolazzava intorno quasi voleva dire qualcosa.
Alla fine Bhuvi fece una magia , fece raccogliere ad Astro delle foglie enormi di diverso colore una verde chiaro e una verde scuro , Astro seguiva le istruzioni di Bhuvi , le misero una sopra l’altra.
Poi Bhuvi agitò le sue ali e delle gocce di rugiada scesero sulle foglie , le foglie presero la colorazione azzurra del cielo e si fusero insieme.
Astro che stava guardando , grazie Bhuvi se il sogno si realizzerà e merito tuo.
Gli amici presero le ali e le attaccarono alla fusoliera ed ecco che si era realizzato il sogno di Occhi di Ghiaccio.
Erano tutti felici , ma ora la cosa più importante era quella di fare volare l’aereo con sopra Occhi di Ghiaccio .
Astro aveva visto una roccia enorme che sovrastava la città di Occhi di Ghiaccio , così portarono l’aereo, però mancava il motore , e ora come fare , Chicco chiese cosa facciamo adesso ?
Astro disse aspettiamo , perché Bhuvi ha una idea.
Occhi di Ghiaccio era pronto , sopra il suo aereo , ad un certo punto Bhuvi volò via , Astro disse ai suoi amici aspettiamo il suo ritorno.
Dopo circa un ora Bhuvi , ritornò con milioni di farfalle che sollevarono il veicolo e lo fecero volare , e così il sogno di Occhi di Ghiaccio divenne realtà i suoi Occhi diventarono quelli di chi ha abbattuto una porta per il suo futuro.
Si divertì molto e quando tornò sulla terra disse Astro, Chicco e Bhuvi , grazie per aver realizzato il mio sogno , ora so che i sogni sono belli , ma si devono anche realizzare .
Astro ti faccio un bel regalo , questo è un piccolo dono, il traduttore delle lingue è una piccola cosa che avevo inventato è un disco di metallo che posizionato nelle vicinanze di un gruppo , porta la saggezza e la corretta interpretazione delle lingue diverse, portalo al tuo popolo , vedrai che il futuro migliorerà perché la vera comprensione può eliminare l’egoismo.
Grazie Occhi di Ghiaccio , per il bel regalo , ne farò buon uso .
Mi raccomando Astro e voi amici tornate a trovarmi , sarete sempre i miei ospiti.
Arrivò da lontano il mercante delle lingue che abbracciò il figlio finalmente felice e sognante , e ringraziò di cuore Astro e i suoi amici.
Astro e i suoi amici salutarono i loro nuovi amici e ritornarono nel fiume infinito , però Astro aveva un piccolo momento da dedicare a Bhuvi per ringraziarla.
Una volta tornati nel fiume infinito , era quasi sera e Chicco chiese dove stai andando Astro , vado a salutare Bhuvi al giardino delle farfalle.
Arrivò all’imbrunire e Bhuvi comparse era felice di vedere Astro , Astro con il suo più bel sorriso si sdraiò a pancia in su solo per Bhuvi e con lei rimasero a giocare e quando furono stanchi a guardare le stelle insieme .
E la notte con le sue luci e i suoi momenti speciali portarono i nostri amici fino all’alba insieme , con le loro imprese e i loro sogni.

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *