Social Media Links




Carrd





The easiest way to contact me is through twitter, Instagram or by sending me an e-mail. If we share a server on discord, write to me there :D

My chill server:
Subscribe here Follow my blog on Wordpress.com or follow.it by adding

https://www.tifaspage.net/

to your feed!

Alternatively, sign up for the newsletter here:


Thank you so much! <3
  • ** Special Story: The lotus flower petals blue – English **

    The snow is falling slow, when the big flakes are in contact with the ground form small buds that look like flowers, sometimes it is possible to see in them the shape of the lotus.
    This flower is extraordinary magical and normal at the same time, this symbiosis between normal and extraordinary appearance that makes him the most fascinating and desirable flower of the earth.
    Julian was behind the window of the house and was following the fall line of the snow trying to find inspiration for his next trip.
    We are in London and it is not easy for a photographer action as Julian remain waiting for a sign or an event.
    But we know that all artists also for photographers when they create their expressiveness not have a finite time, but you have to wait that moment when the snow shines like a star.
    Julian was an expert photographer highly rated and popular, very young, his talent was unmatched because he could grasp the essence of things with incredible ease and this was called around the world for his services and for his natural ability.
    It was so good, but so selfish, tied only to the high fees, he wanted to earn a lot because he believed much in himself and in his skill. But we know that sometimes the beliefs are as snow, just a ray of sunshine to bring change.
    The phone rang booming into the room with a special echo.
    It was an invitation for a photo shoot in India, to tell the great story of this country with a book, but the task was to condense a thousand years of history in a few photographs.
    An emissary of the Indian government was ready waiting for him in the capital to discuss the details of the contract, but also economic.
    Julian sniffing a bargain really important, and agreed with the first available voting took his partner of adventures, his favorite camera and flew to this new adventure. Perhaps the India is a simple land, magical and charming and has something that makes it unique, the look of the people having little, have the dignity of being a great people and believe their tradition.
    He arrived at, and to the astonishment of Julian that as an emissary of the Indian government was thinking of finding an old man with a long beard and a turban, he met Anusha, his name is said good morning, or star, a young woman who deserved respect of his government and had been a delegate for this event. Anusha Julian seeing a bit hesitant, broke the silence and said that the world was changing, and also his country, therefore, the call was clear and firm to represent India with sixteen pictures, Julian was a bit hesitant because was really an enterprise reduce so much, but he saw a intransigence never seen especially in a woman and because she loved challenges accepted.

    Anusha greeted and made an appointment for two months later in the same place, but before leaving for this adventure made her a simple question, asked what is the dearest thing to a resident of India, Anusha said the sky because they are written the bright future.
    Julian decided to spend some time in the capital, turning between people speaking and trying to understand the emotions of the people, but the characters Eastern and Western were really so different, but one thing was common in most people, and the smile was huge even for those not doing well and some positive though not always the situation was positive.
    Here’s what to look for his work, the root of the smile of the people, Julian was happy to have found a way to go.
    Then he took his camera and decided to go in one of the poorest areas of India so after a few days of travel, traveling between aircraft equipment and other means arrived in a central region of lndia and also very poor and arrived in a village.
    This could see was a kind of city very evanescent, Julian had traveled the world but this place was really very poor, very humble homes, and how you could find something special and representative in that place where not only hunger and poverty, was convinced that he would not find smiles.
    He was shooting in this country, and of course had his camera around his neck, for the kids and a bit for all it was a magical machine.
    Then Julian which was basically a good call the child and made them play with its wonder, until suddenly a man approached amazed but not surprised and said: Good Morning, did you perhaps trying to photograph the lotus petals blue?
    Julian did not understand, but I actually just came to take pictures of anything interesting, because the lotus petals blue is interesting?
    The man who understood that the stranger was sincere in response, said it is the legend that by its importance, if you have time and desire you carry in my humble home, we take a tea and I’ll explain.
    Julian shook the hand of this man and said accept it gladly.
    The handshake is a contact is very important and very sincere and humble and true they appreciate very much.
    So Julian and the man walked towards his house which was a bit out of the village.
    The Lotus petals blue , is a wonderful flower and born in the ponds, was born from the mud, from disorder of nature and then became one of the flowers most beautiful parts, normally has eight petals and a goblet-shaped, but what will this special flower basically is as good as many expressions of nature.
    I don’t know maybe because it really comes from dirty water of the lake or pond, surrounded by mud and slime tormented by fish and insects, and yet struggle with these adversities to manifest itself in its unique beauty.
    But perhaps a secret, who knows if the end Julian finds out.
    They came to the house, Julian went into this house where they were waiting for the man’s wife and four child, and made him sit with the unique hospitality of those who have little and still is generous, offered him tea, Julian was fascinated by this beautiful where family welcomed a stranger unknown, so really very nice man asked Julian to his country of origin, was vague, saying that reached Western Europe .
    Julian told her about his trip and that he had come to India to make photographs.
    The man was interested and at one point he said, but then you came for the flower of wonder, the photos from petals blue?
    Julian although much was cultured and smart and then asked the man, do not know this flower, tell me please.
    The man said, okay it is said that in India there is a category of very special flowers called the lotus flower, lives in the ponds in the murky waters, this flower is extraordinarily beautiful, and packs a very important secret, what those who come in contact with will have the correct view of life, that every action that will be done by those who are in contact will be a positive boost to the bright future.
    The Lotus is a flower common in India, but in particular the lotus from petals blue is the most important and can give an immense power to those who come in contact, it is said that the sun eclipsed by the beauty of this flower, caused a total eclipse so that the bright blue of its petals for a few hours could illuminate the valleys and rivers.
    Julian interrupted the man, then is the flower of happiness?
    but I can’t know that until now no one has ever found, but usually legends still always bring wisdom and truth.
    It’s all very interesting, I would love to photograph it, it would be a good photograph for the Indian people, eh but where can I go? you know tell me what could be the place where he lives this flower?
    The man stopped to think a bit but I think the place following the legend is well defined, because if the legend, the flower of their petals blue born in the mud, and that its light illuminated the valley and the rivers already we remove half of lndia ha and then there is a sentence on an antique book that says the blue lights of the meadows north castle that first sees the shadow of the valley of dreams.
    The valley of dreams is the valley about 100 miles from us north, it might be worth you start to look for Julian filming saying, I’d love to find it because the ancient legends are true expression of a people, and I hope not to fail.
    You’re cute Julian and I hope you can find the flower. Thanks if I come back to visit you and bring you the photograph of the flower.
    Man shooting, please accept my hospitality, stopped with us for this evening, tomorrow leave for your adventure.
    Thanks gladly accept and Julian and the whole family spent a lovely evening laughing and joking doing some photography, after Julian had found something special in this family.
    And the stars, dreams and positive thoughts came down in the village of Julian and the beautiful family that had taken a liking to the pale man from the strange machine that was painted only with his imagination and his dreams.
    Early morning Julian took his backpack greeted the family who had hosted and took the road to the valley of dreams, the journey was challenging was to move within India and the only way to get there was in the car, then made a little ‘feature also brought his tent companion of his adventures.
    The distance was about 100 miles, but the road was very bumpy and you had to be very careful to carry a very low speed. Finally shortly after the sun was at its highest in the sky, Julian came to the valley of dreams.
    He was convinced that the first leg of his trip was not so much the flower, but the castle that sees first the shadow in the valley of dreams.
    So patiently walked walk through the valley of dreams
    Every so often with his binoculars he watched horizon looking for a sign of the legend.
    Arrival in a forest where there were huge plants from unique beauty and then start to photograph these plants, but building castles or upon anything that looked like a castle nothing.
    The sun was setting, it was a truly unique this lonely valley that was waving in its beauty the sun and was looking for the light of the moon.
    Julian gasped, then mounted his tent and he lay in his amazement at seeing the spectacle of the stars and thought, that so many times in his work for the rush to see the morning before the others had lost one of the more beautiful nature. Taken by fatigue and with the reflection of the stars in your eyes you fall asleep bringing with him all his dreams and expectations.
    The awakening was a surprise, in fact there was a small bird that was flying around this strange building that is his tent, and then in small strokes him awake.
    Julian was accustomed to hotel very expensive and full of comfort, but at the end opposite the wonder of nature was happy to have accepted that challenge.
    He took his backpack and his camera and went on his journey around there was no human being just a valley some huge forest and a river that divided the light delta valley and reflected the trees.
    He took a path trying to gain altitude, this he needed to try to view the castle or something that looked like a building. He arrived in a very high, but saw nothing even with his binoculars. Resumed the way back to his tent with some photos taken, but nothing something that looked like a castle.
    Days passed and Julian was increasingly convinced to find the castle, but every day he returned, appeared tired and without any novelty.

    And after a month Julian was discouraged and thought, and it was only a legend fruit of the imagination?
    But he believed the people who had told the legend and then increasingly motivated shooting still trying It’ still true that many times if you search for something not found, then all of a sudden everything is much more clear is luck or are stars that drive?
    Perhaps only that Julian is going to make a discovery that will profoundly change his way of thinking and perhaps his life. After another long walk tired, he saw a very nice lawn, eventually took a running start and suffered a slip on the grass just wet from dew and dampness of the night.
    Julian was playing, is one of the most good photographers in the world in front of the beauty of nature had relaxed and was playing with the lawn, until finally after this race he found himself lying on the grass and looked at the sky, and he was lighting, but how can you not find a castle, it will not be a castle in the air?
    He look at the clouds and the sun’s reflection and for a game of the clouds drew on the lawn a day a castle tower, then immediately try’ to go in proportion to scrutinize that shadow on the grass, finally from the hill you could see clearly that it was of ‘shadow of a castle, was a play of light, he had to know this secret as a photographer, but only tried the obvious, not the essential, Julian was moved, but now he had found the starting point for his research .
    He took his map, and sign point was tired but he was happy, he was convinced that he had found a sensational track, had found the point of the castle now had only to wait until the next day because he had to figure out where it was the north and especially where the lawn was tinged with blue, and follow the light to find the flower petals blue side.
    The valley of dreams was so called because it was extraordinary, and it is said that the dreams they were much more ‘in any part of India because the sun got up late because of’ envy of the beauty of the flower petals blue side, the night lasted longer than anywhere else in the world.
    And Julian while he was thinking and thinking about all these things, leaned against a tree and fell asleep ‘outdoors while the stars were playing with their light, smiling at the photographer who was to be the king of the light ruler. It was now day, took his map and walked to the lawn, checked he was not wrong, and so meeting the situation of the previous day, was happy, now he just had to wait for the sunset to discover the secret of the legend, and in the meantime to be good photographer decided to immortalize a bit in nature because it was so lush and beautiful.
    The wait for an important time, can create anxiety, but for a photographer used to playing with making special moments normality for him were only moments of happiness unexpressed.
    Finally, he was going to get the time the sun was tired and was going to give way to the shadows and Julian very careful saw a blue that was mixed with the green of the grass and for a reflection effect in the air it was creating a masterpiece, the reflection of the blue was illuminating the sky, then lay back and Julian

    finally saw the reflex starts illuminating the castle of the valley of dreams, then tried in a while to see the light that in turn pointed a precise point of the valley behind a hill.
    So happy with this discovery took his notes on his card and go back to the the next day was the big day, perhaps every effort was rewarded by the marvels night when a person is satisfied and happy brings a sense of natural peace, perhaps for had found the infinite, but you know they are flashes that vanish in seconds.
    It was morning and Julian went the way of the hill, and down he saw a small pond, pond saw two flowers from the wonderful light and blue, that after so much effort had found the legend was true, took his mach camera and saw that the water was I try very low to get close to the flowers to take photographs.
    Advancing toward the flowers, surrounded by water at the knee when he saw behind the trail that was left behind a trail of colored as if it were the rainbow and small luminescence like little stars, Julian knew he had made a sensational discovery.
    Arrival near the flower that reflected the light blue, Julian gasped at the beauty of what he was seeing, suddenly approaches his hand to the flower touching the water and appeared reflected in the water of the scenes of his life, honor, glory earnings, parties, in short everything a man could want and also below the village and the family who had found, poverty, destitution, hunger but also the smile of people who welcomed him, then a gust of wind took away everything, the wind is a sign of change.
    The thoughts and emotions were mixed, this meeting with the lotus flower petals blue was important and probably will change the life of Julian.
    Here is the beginning of his work as a photographer, he began to shoot at some point when the machine jammed and was no longer able to do other things had come to sixteen pictures, a bit for a few flower so beautiful but it was enough for now .
    The place was quiet and Julian had brought with your tent, so he decided to spend the evening and night in that magical place. As soon as he fell asleep, perhaps to the surprise of this discovery, perhaps for another, he was a strange dream, had returned to thank the poor family and bull in the gift had a beautiful smile and he had given them to repay its camera, then a horse from the wings of the blue color of the flower picked him up and carried him into the sun and them there was the awakening.
    Giving shape to a dream is very difficult because the moods and emotions lead to roads really different and unpredictable. Julian went back to sleep and still a dream came suddenly, an old man and bowed with a large white beard, dressed in a pure white dress, shook his hand and said Julian you were lucky only very few people are lucky enough to know and to find the lotus by blue petals, you are a chosen to have the correct view of life and reality delta, go and bring the luck of the lotus flower who deserves and I recommend you choose well because your gesture can change the future, and with a laugh nice almost like a father to son vanished into thin air.
    Julian this time he woke up very agitated, almost sweaty, it was just a dream, but he thought he had experienced first and the dream.
    He looked around for the man with the white beard, but after a few minutes he became aware of the dream, and he calmed down, but it was changed, in his eyes a different light, perhaps something had really changed in Julian only the future can tell what.
    He reached the sunlight and Julian went still in the pond and took one of the two flowers from light blue, put it in a hat with wet rags and a bit of its mud, he wanted to make a gift.
    Then he put on the highest point of the hill and greeted the valley of dreams, with one hand he tried to embrace all the earth, and took the way back.
    The journey was long and tortuous, he was even more floor because he had a very important guest.
    Finally after a long journey, he returned to the village, the sun was high, it was afternoon shadows were long on the road and took the path that led to the family that had welcomed him and gave him hospitality.
    Man amazed the return of Julian the ushered him and greeted the family then held out his hand to the man giving him his hat.
    Here this is my gift to all your family, the man remained speechless for a moment breathless, because the hat was the lotus flower petals blue.
    The happy man, Julian did you find it !!!!!!!
    Julian said you had doubts? certain that I found it !!! yeaah !!!
    Then Julian resumed, but this is not mine, this is a small gift to you that you brought me to know your traditions.
    The man who was not selfish, but was humble and was bound to tradition,he said let’s get him immediately to the pool of truth, is nearby, because legend has it that the flower side of the blue petals, love truth and honesty and his house can’t be other than in the pond.
    Okay replied Julian, let’s go now, and the whole family is led towards the pond.
    The man was on the bank of the pond took the flower and gently tossed it into the pond.
    The flower began to spin around until he came in the middle of the lake.
    Julian and family were stopped to admire it, when suddenly the flower glowed with a bright light and blue and approached the opposite bank of the pond, where there was a young woman who was wet feet.
    The girl approached the flower touched him, and took a light and a beautiful smile ever seen.
    The man who was on the opposite bank was moved because it was done right before his eyes. The legend full of lotus flower from petals blue.
    Now the girl according to legend was the most important person in India and would become very creative, so much that with his innovative ideas and brilliant would lead his country, to a very positive future and radiant, in harmony with nature and ensuring peace and happiness to all.
    Julian after what he had seen, he had finished his task, he gave his camera man who was enthusiastic and said that one day a member of the Indian government would go to him for some photos he had taken.
    Julian greeted the man and his family, the man who had the eyes of those who distinguish reality from dreams, saw that Julian had changed and asked him, what will you do now Julian?
    He said, I do not know I still have to think a lot and the man with his family embraced it The man greeted him saying, observed Julian now never the fine side by blue petals also marked tea and that the stars can guide you and bring luck. Julian returned appointment with Anusha, she asked the photographs and Julian said he had photographed the lotus flower petals in blue sixteen photos, as its petals, and he understood that those photos were worth much and indicated that he had left his car camera to the village.
    Anusha the eyes shone and was happy, I did not believe that Julian that I was capable of such enterprises, now on behalf of the Government of India how can I repay these extraordinary photos?
    Anusha, I do not want anything, you have to bring my money and go to the village and happiness to the man who has my camera, to his family and all his village.
    Anusha replied, Julian the lotus petals blue really did something extraordinary, okay I’ll do what you have decided.
    I and Government India and the people of India, we thank you and we wish you a bright future, good luck Julian.
    The beauty of nature, and in this case a very special flower can become a way to go and Julian had chosen his path.
    He went back to his city, took all his wealth, and gave to the poor, then with the wisdom of the blue flower that had met, turned the world teaching his art, and above all respect for nature without asking anything in return.
    Julian loved to close its courses always with the same phrase: “the blue of heaven and earth always try the emotion of the moment, it is up to us who love the images capture what the technique does not see”
    Also I thank Julian for this lesson not only because I love photography, but mostly because every day I learn about the stars.
    That the stars always smile to those looking for the profound truth and wisdom.

  • ** Special Story: Il fiore di loto dai petali blu – Italian **

    La neve sta scendendo lenta , quando i fiocchi sono grossi a contatto con il terreno formano delle piccole gemme che sembrano dei fiori , alcune volte è possibile anche vedere in essi la forma del loto.
    Questo fiore straordinario è magico e normale nello stesso tempo, questa simbiosi tra normalità e l’apparenza straordinaria che lo fa diventare il fiore più affascinante e desiderabile della terra.
    Julian era dietro la finestra di casa e stava seguendo la linea di caduta della neve cercando di trovare l’ispirazione per il suo prossimo viaggio.
    Siamo a Londra e non è semplice per un fotografo d’azione come Julian rimanere in attesa di un segno o di un evento.
    Ma si sa che tutti gli artisti anche per i fotografi quando creano la loro espressività non hanno un tempo finito ma si deve attendere quell’attimo in cui la neve brilla come una stella.
    Julian era un esperto fotografo molto quotato e famoso , molto giovane , il suo estro era impareggiabile perché riusciva a cogliere l’essenza delle cose con una facilità estrema e per questo era chiamato in tutto il mondo per i suoi servizi e per la sua capacità naturale.
    Era tanto bravo , ma tanto egoista , legato soltanto a compensi elevati , voleva guadagnare tantissimo perché credeva molto in se stesso e nella sua bravura.
    Ma si sa che alcune volte le convinzioni sono come la neve , basta un raggio di sole per portare il cambiamento.
    II telefono squillò rimbombando nella stanza con un eco speciale.
    Era un invito per un servizio fotografico in India , per raccontare la grande storia di questo paese non con un libro, ma l’impresa era di condensare mille anni di storia in poche fotografie .
    Un emissario del governo indiano era pronto ad attenderlo nella capitale per discutere i dettagli del contratto , anche quelli economici.
    Julian fiutò un affare davvero importante , accettò e con il primo volo disponibile prese la sua compagna di avventure , la sua macchina fotografica preferita e volò verso questa nuova avventura .
    Forse l’India è una terra semplice , magica e affascinante e ha qualcosa che la rende unica, lo sguardo delle persone che pur avendo poco , hanno la dignità di essere un grande popolo e di credere alla loro tradizione.
    Arrivò all’appuntamento , e con stupore di Julian che come emissario del governo indiano pensava di trovare un vecchio dalla barba lunga e un turbante , incontrò Anusha , il suo nome è detto buon giorno , oppure stella, una giovane donna che ha meritato il rispetto del suo governo e aveva avuto una delega per questo avvenimento .
    Anusha vedendo Julian un po’ impacciato , ruppe il silenzio e disse che il mondo stava cambiando , e anche il suo paese , pertanto la richiesta era chiara e decisa quello di rappresentare l’India con sedici foto , Julian era un po’ titubante in quanto era davvero una impresa ridurre di cosi’ tanto , ma vide una intransigenza mai vista soprattutto in una donna e siccome amava le sfide accettò .
    Salutò Anusha e prese appuntamento per due mesi dopo sempre nello stesso posto , ma prima di partire per questa avventura le fece una semplice domanda , le chiese qual è la cosa più cara per un abitante dell’india , Anusha rispose il cielo perché li è scritto il futuro radioso .
    Julian decise di trascorrere qualche tempo nella capitale , girando tra le persone parlando e cercando di capire le emozioni delle persone , ma i caratteri occidentali e orientali erano davvero tanto diversi , ma una cosa era comune nella gran parte delle persone , ed era il sorriso smisurato anche di chi non se la passava bene e una certa positivitĂ  sebbene non sempre la situazione era positiva.
    Ecco cosa doveva ricercare per il suo lavoro , la radice del sorriso delle persone, Julian era felice di aver trovato una strada da percorrere.
    Quindi prese la sua macchina fotografica e decise di andare in una delle zone più povere dell’India cosi’ dopo qualche giorno di viaggio , viaggiando tra aerei macchine e altri mezzi arrrivo’ in una regione centrale dell’India e anche molto povera e arrivo’ in un villaggio.
    Cio’ che poteva vedere era una specie di città molto evanescente , Julian aveva girato il mondo ma quel posto era davvero molto povero , le case molto umili , e come si poteva trovare qualcosa di speciale e di rappresentativo in quel posto se non soltanto la fame e la povertà , era convinto che non avrebbe trovato sorrisi.
    Se ne stava girando in questo paese e naturalmente aveva al collo la sua macchina fotografica , per i bambini e un po’ per tutti era una macchina magica.
    Allora Julian che era in fondo un buono chiamò a se i bimbi e li fece giocare con la sua meraviglia , finche ad un tratto un uomo si avvicinò con aria meravigliata ma non stupita e gli disse : Buon Giorno , sei venuto forse a cercare di fotografare il fior di loto dai petali blu ? .
    Julian non capiva , ma io in realtà sono venuto solo a fare delle fotografie di qualcosa di interessante , perché il fior di loto dai petali blu è interessante ?
    L’uomo che capiva che lo straniero era sincero nella risposta , rispose è la leggenda che da la sua importanza , se hai tempo e voglia ti porto nella mia umile casa , prendiamo un te e ti spiegherò .
    Julian strinse la mano di quest’uomo e disse accetto ben volentieri.
    La stretta di mano è un contatto molto importante e molto sincero e le persone umili e vere questo lo apprezzano davvero molto.
    Cosi’ Julian e l’uomo s’incamminarono verso la sua casa che era un po’ fuori il villaggio.
    Il fior di loto è un fiore meraviglioso e nasce negli stagni , nasce dal fango , dal disordine della natura per poi diventare uno dei fiori piu’ belli in assoluto, normalmente ha otto petali e una forma di calice , ma cosa avrà di speciale questo fiore , in fondo è bello come tante espressioni della natura.
    Non so forse perché nasce davvero da un’acqua sporca di lago o di stagno , circondato da fango melma e tormentato da pesci e insetti , e nonostante questo lotta con queste avversità per manifestarsi nella sua bellezza unica.
    Ma forse nasconde un segreto , chissĂ  se alla fine Julian lo scoprirĂ  .
    Arrivarono alla casa , Julian entrò in questa casa dove erano ad attenderlo la moglie dell’uomo e quattro figli , lo fecero accomodare e con l’ospitalità unica di chi possiede poco e comunque è generoso , gli offrirono un te , Julian era affascinato da questa bella famiglia dove accoglieva uno straniero sconosciuto , in modo davvero molto bello l’uomo chiese a Julian il suo paese di origine , fu vago dicendo che arrivava dall’occidente dall’europa .
    Julian raccontò del suo viaggio di lavoro e che era venuto in India per fare delle fotografie.
    L’uomo era interessato e ad un certo punto disse , ma allora sei venuto anche per il fiore della meraviglia , il loto dai petali blu ?
    Julian anche se molto colto era impreparato e allora chiese all’uomo , non conosco questo fiore raccontami per favore .
    L’uomo disse , va bene si dice che esiste in India una categoria di fiori molto speciali che si chiama il fior di loto , vive negli stagni in acque torbide , questo fiore è di straordinaria bellezza , e racchiude un segreto molto importante , quello che chi ne viene a contatto avrà la visione corretta della vita , cioè ogni azione che verrà effettuata da chi ne è a contatto sarà una spinta positiva verso il futuro radioso.
    Il fior di loto è un fiore comune in India , ma in particolare il fior di loto dai petali blu è quello piu’ importante e puo’ dare una potenza immensa a chi ne viene a contatto , si narra che il sole offuscato dalla bellezza di questo fiore , provocò una eclisse totale in modo che l’azzurro splendente dei suoi petali potessero per qualche ora illuminare le valli e i fiumi.
    Julian interruppe l’uomo , è allora il fiore della felicità ? ma non saprei so che nessuno fino ad ora lo ha mai trovato , pero’ di solito le leggende comunque portano sempre saggezza e verità .
    E’ tutto molto interessante , mi piacerebbe fotografarlo , sarebbe una ottima fotografia per il popolo indiano , eh ma da dove parto ? tu sai dirmi quale potrebbe essere il posto in cui vive questo fiore ?
    L’uomo si fermò a pensare un po’ ma credo che il posto seguendo la leggenda sia ben definito , perché se la leggenda vuole che il fiore di loro dai petali blu nasca nel fango e che la sua luce illuminò la vallata e i fiumi già togliamo metà dell’India e poi c’è una frase su un libro antico che dice che il blu dei prati illumina a nord il castello che vede per primo l’ombra della valle dei sogni .
    La valle dei sogni è la valle a circa 100 miglia da noi a nord , forse vale la pena iniziare da li a cercare .
    Julian riprese dicendo , vorrei tanto trovarlo perché le leggende antiche sono l’espressione vera di un popolo e spero di non fallire.
    Sei simpatico Julian e spero che tu riesca a trovare il fiore.
    Grazie se riuscirò nell’impresa tornerò a trovarti e ti porterà la fotografia del fiore.
    L’uomo riprese , per favore accetta la mia ospitalità , fermati con noi per questa sera , domani partirai per la tua avventura.
    Grazie accetto volentieri e Julian e la famiglia tutta passarono una bella serata ridendo scherzando e facendo qualche fotografia , in fondo Julian aveva giĂ  trovato qualcosa di speciale in questa famiglia.
    E le stelle , i sogni e i pensieri positivi calavano nel villaggio su Julian e sulla bella famiglia che aveva preso in simpatia l’uomo pallido dalla macchina strana che faceva dipinti soltanto con la sua fantasia e i suoi sogni .
    Di mattina presto Julian prese il suo zaino salutò la famiglia che lo aveva ospitato e prese la via per la valle dei sogni , il viaggio era impegnativo doveva muoversi all’interno dell’India e l’unico modo per arrivarci era in macchina , quindi fece un po’ di provviste portò anche la sua tenda compagna delle sue avventure.
    La distanza era di circa 100 miglia , ma la strada era davvero accidentata e si doveva stare molto attenti a procedere a una velocitĂ  molto bassa .
    Finalmente poco dopo che il sole era al massimo nel cielo , Julian arrivò alla valle dei sogni .
    Era convinto che la prima tappa del suo viaggio non era tanto il fiore , ma il castello che vede per primo l’ombra nella valle dei sogni.
    Quindi con pazienza s’incammino’ a piedi per la valle dei sogni .
    Ogni tanto con il suo binocolo scutava l’orrizonte alla ricerca di un segno della leggenda.
    Arrivo in un bosco dove c’erano piante enormi dalla bellezza veramente unica e allora inizio’ da fotografare queste piante , ma di costruzioni castelli o qualsisasi cosa che assomigliava ad un castello nulla.
    Il sole stava tramontando , era uno spettacolo davvero unico questa valle solitaria che stava salutando nella sua bellezza il sole e stava cercando la luce della luna .
    Julian rimase a bocca aperta , poi montò la sua tenda e rimase sdraiato a vedere nella sua meraviglia lo spettacolo delle stelle e pensava , che tante volte nel suo lavoro per la fretta di vedere il mattino prima degli altri si era perso uno degli spettacoli piu’ belli della natura.
    Colto dalla stanchezza e con il riflesso delle stelle negli occhi si addormento’ portando con se tutti i suoi sogni e le aspettative.
    Il risveglio fu una sorpresa , infatti c’era un piccolo uccellino che stava svolazzando intorno a questa strana costruzione cioè la sua tenda , e allora a piccoli rintocchi gli fece da sveglia.
    Julian era abituato a hotel molto costosi e pieni di confort , ma alla fine di fronte alla meraviglia della natura era felice di aver accolto quella sfida.
    Prese il suo zaino e la sua macchina fotografica e si mise in cammino non c’era intorno alcun essere umano solo una vallata enorme qualche bosco e un fiume che divideva la luce della vallata e specchiava gli alberi.
    Prese un sentiero cercando di guadagnare quota , questo gli serviva per cercare a vista il castello o qualcosa che assomigliava ad una costruzione .
    Arrivò in un punto molto alto , ma non vedeva nulla nemmeno con il suo binocolo.
    Riprese la strada di ritorno verso la sua tenda con alcune foto scattate , ma niente di qualcosa che assomigliava ad un castello.
    Passarono i giorni e Julian era sempre piu’ convinto di trovare il castello , ma ogni giorno che tornava , risultava stanco e senza nessuna novità.
    E dopo piu’ di un mese Julian era scoraggiato e pensava e se erea soltanto una leggenda frutto della fantasia ? Pero’ credeva al popolo che aveva raccontato quella leggenda e quindi sempre piu’ motivato riprese ancora a cercare .
    E’ comunque vero che tante volte se si cerca una cosa non si trova , poi ad un tratto tutto risulta molto piu’ chiaro è fortuna o sono le stelle che guidano ? Forse solo che Julian sta per fare una scoperta che cambierà profondamente il suo modo di pensare e forse la sua vita.
    Dopo un’altra lunga camminata stanco , vide un prato molto bello , alla fine prese la rincorsa e subito una scivolata sulla erba appena bagnata dalla rugiada e dall’umidità della notte.
    Julian stava giocando , si , uno dei piu’ bravi fotografi del mondo di fornte alla bellezza della natura si era rilassato e stava giocando con il prato , finchè alla fine dopo questa corsa si trovo sdraiato sull’erba e guardava il cielo , e gli venne una illuminazione , ma come si fa a non trovare un castello , non sarà mica un castelllo in aria ?
    Guardo’ le nuvole e il riflesso del sole e per un gioco delle nuvole disegnava sul prato una torre di un castello , allora subito cerco’ di andare in quota a scrutare quell’ombra sul prato , finalmente dalla collina si vedeva nettamente che si trattava dell’ombra di un castello , era un gioco di luci , lui doveva conoscere questo segreto in quanto fotografo , ma cercava solo l’evidente , non l’essenziale.
    Era commosso Julian , pero’ ora aveva trovato il punto di partenza per la sua ricerca.
    Prese la sua cartina , e segno’ il punto era stanco ma era felice , era convinto di aver trovato una pista sensazionale , aveva trovato il punto del castello ora doveva soltanto attendere il giorno dopo perché doveva capire dove era il nord e dove soprattutto il prato si colorava di blu e seguire la luce per trovare il fiore di loto dai petali blu.
    La valle dei sogni si chiamava così perché era straordinaria e si dice che i sogni li erano molto di piu’ in qualsiasi parte dell’India perché il sole si alzava tardi a causa dell’ invidia della bellezza del fiore di loto dai petali blu , la notte durava di piu’ che in qualsiasi altro posto del mondo.
    E Julian mentre stava ragionando e pensando a tutte queste cose , si appoggiò ad un albero e si addormento’ all’aperto mentre le stelle giocavano con la loro luce sorridendo al fotografo che doveva essere il re dominatore della luce.

    Era ormai giorno , prese la sua cartina e si diresse verso il prato , controllò di non essersi sbagliato e cosi’ , ritrovo la situazione del giorno precedente , era felice , ora doveva solo attendere il tramonto per scoprire il segreto della leggenda , e intanto da buon fotografo decise di immortalare un po’ di natura , visto che era cosi’ rigogliosa e bella.
    L’aspettare un momento importante , può creare ansia , ma per un fotografo abituato a giocare con i momenti rendendo speciale la normalità per lui erano solo momenti di felicità inespressi.
    Finalmente , stava per arrivare il momento il sole era ormai stanco e stava per lasciare posto alle ombre e Julian molto attento vide un blu che si mischiava con il verde del prato e per un effetto di riflesso in aria si stava creando un piccolo capolavoro , il riflesso del blu stava illuminando il cielo , allora Julian si sdraiò e vide finalmente il rilfesso che illuminava il castello della valle dei sogni , cerco’ allora in un istante di vedere quella luce che a sua volta puntava un punto preciso della vallata dietro ad una collina.
    Allora felice di questa scoperta prese i suoi appunti sulla sua carta e torno’ verso la sua tenda .
    L’indomani era il gran giorno forse ogni suo sforzo era ripagato dalla meraviglia della scoperta.
    La notte quando una persona è sazia e felice porta un senso di naturale pace , forse per un secondo Julian aveva trovato l’infinito , ma si sa che sono lampi che svaniscono in pochi secondi.
    Era mattina e Julian prese la via della collina , e scendendo vide un laghetto piccolo , e al centro di questo laghetto vide due fiori dalla luce meravigliosa e blu , ecco aveva trovato dopo tanta fatica la leggenda era vera , prese la sua macchin fotografica e visto che l’acqua era molto bassa cerco’ di avvicinarsi ai fiori per fare delle fotografie .
    Avanzando verso i fiori , immerso al ginocchio dall’acqua vide dietro se la scia che lasciava dietro era una scia colorata come se fosse l’arcobaleno e delle piccole luminescenze come delle piccole stelline, Julian capiva che aveva fatto una scoperta sensazionale.
    Arrivo’ vicino al fiore che rifletteva la luce blu , Julian rimase a bocca aperta dalla bellezza di quanto stava vedendo , ad un tratto avanzo’ la mano verso il fiore sfiorando l’acqua e apparve nell’acqua riflesse delle scene della sua vita , l’onore , la gloria i guadagni le feste , insomma tutto ciò che un uomo può desiderare poi di seguito anche il villaggio e la famiglia che aveva trovato , la povertà , l’indigenza , la fame ma anche il sorriso delle persone che lo hanno accolto , poi un colpo di vento fece sparire tutto , il vento è il segno del cambiamento.
    I pensieri e le emozioni si mischiavano , questo incontro con il fiore di loto dai petali blu era stato importante e probabilmente cambierĂ  la vita di Julian.
    Ecco l’inizio del suo lavoro di fotografo , iniziò a scattare quando ad un certo punto la macchina si inceppò e non era più in grado di farne altre era arrivato a sedici foto , un po’ poche per un fiore così bello ma per ora bastava .
    Il posto era tranquillo e Julian aveva portato con se la tua tenda , quindi decise di passare la serata e la notte in quel magico posto.
    Non appena si addormentò , forse per la sorpresa di questo ritrovamento , forse per altro , gli venne uno strano sogno , era tornato a ringraziare la famiglia povera e loro in dono gli avevano fatto un bel sorriso e lui per sdebitarsi aveva regalato a loro la sua macchina fotografica , poi un cavallo dalle ali colore del blu del fiore lo prese e lo portò verso il sole e li ci fu il risveglio.
    Dare la forma ad un sogno è davvero molto difficile perché gli stati d’animo e le emozioni portano a strade davvero diverse e imprevedibili.
    Julian si riaddormentò e ancora un sogno arrivò all’improvviso , un uomo vecchio e tutto curvo con una grande barba bianca , vestito di un candido vestito bianco , gli strinse la mano e gli disse : Julian sei stato fortunato solo pochissime persone hanno la fortuna di conoscere e di trovare il fior di loto dai petali blu , sei un prescelto per avere la corretta visione della vita e della realtà , vai e porta la fortuna del fior di loto a chi merita e mi raccomando scegli bene perché il tuo gesto può modificare il futuro, e con una risata simpatica quasi come da padre a figlio svanì nel nulla.
    Julian questa volta si svegliò molto agitato , quasi sudato , era solo un sogno , ma gli sembrava di aver vissuto in prima persona il sogno.
    Si guardò intorno cercando l’uomo dalla barba bianca , ma dopo qualche minuto prese coscienza del sogno , e si tranquillizzò , ma era cambiato , aveva negli occhi una luce diversa , forse qualcosa era davvero cambiato in Julian solo il futuro potrà dirci cosa.
    Arrivò la luce del sole e Julian entrò ancora nello stagno e prese uno dei due fiori dalla luce blu , lo mise in un cappello con degli stracci bagnati e un po’ del suo fango , voleva fare un regalo .
    Poi si mise sul punto più alto della collina e salutò valle dei sogni , con una mano cercò di abbracciare tutta la terra e prese la via del ritorno.
    Il viaggio era lungo e tortuoso , lui andava ancora più piano perché aveva un ospite molto importante.
    Finalmente dopo un lungo viaggio , ritornò al villaggio , era ormai alto il sole , era pomeriggio le ombre erano lunghe sulla strada e riprese il sentiero che portava alla famiglia che lo aveva accolto e gli aveva dato ospitalità .
    L’uomo stupito del ritorno di Julian lo fece entrare e lui salutò la famiglia poi tese la mano all’uomo dando a lui il suo cappello.
    Ecco questo è il mio regalo per tutta la vostra famiglia , l’uomo a bocca aperta rimase per un attimo senza respiro , perché nel cappello c’era il fiore di loto dai petali blu.
    L’uomo felice , Julian lo hai trovato !!!!!!!
    Julian disse avevi dei dubbi ? certo che l’ho trovato !!! Siiiiiiiiii !!!
    Poi Julian riprese , ma questo non è mio , questo è un piccolo regalo a voi che mi avete portato a conoscere le vostre tradizioni.
    L’uomo che non era egoista , ma era umile ed era legato alle tradizioni , disse portiamolo subito allo stagno della verità , è qui vicino , perché la leggenda vuole che il fiore di loto dai petali blu , ama la verità e l’onestà e la sua casa non può essere altro che in quello stagno.
    Va bene rispose Julian , , andiamoci subito , e con tutta la famiglia si portarono verso lo stagno.
    L’uomo era sulla riva dell laghetto prese il fiore e con dolcezza lo lanciò nello stagno .
    Il fiore si mise a girare vorticosamente finche giunse in mezzo al lago.
    Julian e la famiglia erano fermi ad ammirarlo , quando improvvisamente il fiore si illuminò con una luce molto forte e blu e si avvicinò alla riva opposta dello stagno, dove c’era una giovane donna che stava bagnano i piedi .
    La ragazza si avvicinò al fiore , lo toccò e prese una luce stupenda e un sorriso mai visto.
    L’uomo che era sulla riva opposta era commosso , perché si era compiuta proprio sotto i suoi occhi , la leggenda completa del fior di loto dai petali blu.
    Ora la ragazza secondo la leggenda era la persona più importante dell’India e sarebbe diventata molto creativa , talmente tanto che con le sue idee innovative e geniali avrebbe condotto il suo paese , verso un futuro molto positivo e radioso, in armonia con la natura e garantendo pace e felicità a tutti.
    Julian dopo ciò che aveva visto, aveva concluso il suo compito, regalò la sua macchina fotografica all’uomo che ne fu entusiasta e gli disse che un giorno un esponente del governo indiano sarebbe andato da lui per alcune foto che aveva scattato.
    Julian salutò l’uomo e la sua famiglia , l’uomo che aveva gli occhi di chi distingue la realtà dal sogno , vide che Julian era cambiato e gli chiese , adesso cosa farai Julian ?
    Lui rispose , non lo so devo ancora pensare molto e l’uomo con la sua famiglia lo abbracciarono .
    L’uomo lo salutò dicendogli , riguardati Julian ora mai il fior di loto dai petali blu ha segnato anche te e che le stelle ti possano guidare e portare fortuna.
    Julian tornò all’appuntamento con Anusha , lei chiese le fotografie e Julian rispose che aveva fotografato il fiore di loto dai petali blu in sedici foto , come i suoi petali , e aveva capito che quelle foto valevano tanto e indicò che aveva lasciato la sua macchina fotografica al villaggio .
    Anusha gli brillarono gli occhi e fu felice , non credevo Julian che che fossi capace di tali imprese , ora a nome del governo dell’India come posso sdebitarmi di queste foto straordinarie ?
    Anusha , io non voglio nulla , porta il mio compennso e vai al villaggio e dai felicità all’uomo che ha la mia macchina fotografica , alla sua famiglia e a tutto il suo villaggio.
    Anusha rispose , Julian il fior di Loto ha fatto davvero qualcosa di straordinario , va bene farò quello che tu hai deciso.
    Io e l’India ti ringraziamo e ti auguriamo un futuro radioso, buona fortuna Julian.
    La bellezza della natura e in questo caso di un fiore molto speciale può diventare una strada da percorrere e Julian aveva scelto la sua strada.
    Tornò nella sua città , prese tutte le sue ricchezze , e le donò alle persone povere, poi con la saggezza del blu del fiore che aveva incontrato, girò il mondo insegnando la sua arte e soprattutto il rispetto della natura senza chiedere nulla in cambio.
    Julian amava chiudere i suoi corsi sempre con la stessa frase:
    “il blu del cielo e della terra cerca sempre l’emozione dell’attimo , sta a noi che amiamo le immagini cogliere ciò che la tecnica non vede “
    Anche io ringrazio Julian per questa lezione non solo perché amo la fotografia , ma soprattutto perché ogni giorno imparo conoscere le stelle.
    Che le stelle sorridano sempre a chi cerca la profonda veritĂ  e saggezza.

Help my adoptables grow:
❧ The Final Outpost
❧ Poliwager

Thank you <3
Adoptables … so manyFavorite Chicken Smoothie Adoptables
Precious Dragons